20 gen 2016

Ognuno la prende a suo modo ...io ho mangiato polenta

Il mio babbo se n'è andato in meno di tre mesi. Tre mesi in cui non si ha nemmeno il tempo di capire. Tre mesi di attesa, lunghi una vita, troppo corti per rendersi conto.

Cosa si fa dopo un funerale? Cosa si fa dopo il funerale del proprio papà?
Jacopo col nonno sul camion - maggio 2015

Credevo mi si sarebbe chiuso lo stomaco.
Credevo che non avrei toccato cibo fino al giorno dopo.
Credevo di piangere piangere e piangere al cimitero, alla chiusura del tombino, o almeno così mi avevano detto.

Il fatto è che fino a quando non capita a te, puoi fare tutti i pensieri che vuoi, tutte le simulazioni, le congetture, ma alla fine come reagiscono gli altri diventa totalmente irrilevante.
Ed è allora che capisci che ognuno la sconfitta di un cancro, la perdita di un genitore, la prende a proprio modo.

Mi sei mancato ieri, quando ti trovavo tutti i lunedì a leggere il giornale alla tua scrivania oppure a spazzare le foglie in giardino...babbo che fai non vorrai mica lasciare tutto sto casino? ...e la pagina della finanza di Repubblica adesso chi me la passa? E chi brontola con Jacopo? E chi mi stupisce ogni volta che venivo a casa vostra e vi trovavo in salotto intenti a giocare senza litigare?

Luglio 2015 - Compleanno Jacopo in campeggio
Mi sono preparata bene alla tua perdita. O almeno lo credevo. Pensavo fosse una questione di pochi anni, poi mi sono arrabbiata quando i medici mi hanno detto che rimanevano pochi mesi. Quando mi hanno detto una settimana mi sono sentita sconfitta e avrei voluto che fossero anche solo due mesi.

Adesso non sono più arrabbiata, non sono più triste e non mi sento più vuota come 10 giorni fa.
Confusa. Come direbbe qualcuno mi sento come il giorno dopo una serata con le amiche in discoteca dopo aver alzato un po' il gomito.

C'eri davvero tu dentro quella bara?

Babbo con Jacopo - Inizio Dicembre 2015

Ma chissà tu dove sei. Io verrei. Io verrei...Vai pensiero vai, vai via da qui e non tornare più...
Vai Pensiero Vai - F. Sarcina



Cos'ho fatto io dopo il funerale di mio padre?

"E adesso cosa facciamo?" mi ha chiesto Matte.
"Andiamo da mia mamma a mangiare la polenta con il ragù".
"La polenta?!"
"Si"
Ci siamo trovati tutti, come succede solo a Natale: mia mamma, le mie sorelle, mio cognato, mia nipote e il mio compagno. Abbiamo mangiato la polenta con ragù e fatto un brindisi a mio padre.

Cin babbo, alla tua. 

Tra tutti i giorni in cui potevi partire, Perché hai pensato proprio al lunedì... Mandaci una cartolina e una ridente foto di te.. ed il giornale aperto sulla pagina sportiva...
(Mandaci una cartolina - Carmen Consoli)




Nessun commento:

Posta un commento