9 set 2015

Expo Milano 2015: Chi l'ha detto che è solo per adulti? Tutto quello che dovete sapere con bimbi 0-3 anni.

Ho deciso di scrivere questo post poco romanzato e molto sintetico perchè ho parecchi amici con figli che vorrebbero andare all'Expo Milano 2015...da soli!

Ma io dico, dobbiamo fare i turni per sederci al ristorante e mangiare perchè mentre il padre mangia (o viceversa) io rincorro Jacopo (capita anche a voi?), fare la fila al bagno con loro fino a quando un'anima pia non ci fa passare davanti (perchè io non so voi, ma Jacopo chiede di andare al bagno nel momento esatto in cui gli scappa)... per non parlare del supermercato quando guardo lui con un occhio e con l'altro la lista della spesa mentre cerco di coordinare la mia mano per afferrare le cose dagli scaffali che, non si sa perchè, sono sempre sull'ultima scansia (si mia mamma mi ha fatta nana così posso portare i tacchi senza sentirmi "gianda"!).

Quindi, quando finalmente abbiamo qualcosa in Italia a misura di bambino, che si fa? Lo lasci a casa?! Non ci pensare neanche! Se avete bimbi da 0 a 3 anni, non esitate a portarli con voi.
Lo ammetto, io l'ho sfruttato.
Ho approfittato del fatto che avesse compiuto i 3 anni da un mese e l'ho portato: hai la precedenza e non fai fila ai padiglioni. NON FAI FILA. E' un concetto astratto in Italia, lo so ma all'Expo è così.

Palazzo Italia
Ho premesso: post poco romanzato, quindi veniamo alla sintesi :)

Padiglioni assolutamente da visitare in ordine di bellezza:

1) Palazzo Italia 
2) Padiglione Kazakistan: bellissimo spettacolo di Sand Art e video in 4D (ma come ha obiettato qualcuno: "lo spettacolo di sabbia l'ho visto in una pubblicità in TV e il video in 4D agli Actors Studio in viaggio di nozze 10 anni fa")
3) Padiglione Emirati arabi - bellissimo corto sulla storia di questo paese.
4) Padiglione Giappone - l'ho inserito perchè mi è stato detto ma non ho fatto in tempo a vederlo: la visita dura 50 minuti perchè è una visita guidata e, alle 18.30 del secondo giorno, non ne avevamo più le forze. 
5) Padiglione Austria e la riproduzione del microclima di un bosco austriaco
6) Padiglione Angola e la riproduzione stilizzata dell'albero di baobab
7) Padiglione Germania incuriosisce perchè è molto giovanile e interattivo. Lo spettacolo finale è molto tedesco, ma viva i giovani!

Rete nel padiglione brasiliano

8) Padiglione Gran Bretagna. Gli inglesi stupiscono più per l'architettura concettuale: un padiglione che riproduce un alveare in tutto e per tutto (abbiamo ascoltato rapiti una ragazza che dava la spiegazione sul padiglione a visitatori . Se vi capita, non perdetela)
7) Padiglione Brasile, lo ammetto, la rete è divertente anche se sa un po' da luna park...il resto, non troppo allettante
9) Padiglione Azerbaijan, non ricordo il motivo ma l'ho inserito tra i Top Ten
10) Padiglione Cina e gli ombrellini appesi...

Padiglioni Expo che si possono tranquillamente evitare (a mio contestabile parere): Federazione Russa e Stati Uniti.

Da vedere assolutamente lo spettacolo serale dell'ALBERO DELLA VITA. Dura più o meno un quarto d'ora: un gioco di colori, musica e acqua che solo quello vale il biglietto.

Jacopo e l'albero della vita

Portarsi bottigliette d'acqua vuote perché ci sono fontanelle ovunque con l'acqua gasata e naturale da riempire e gratuite. Ho sentito dire che l'acqua all'Expo era cara... non badateci, probabilmente le stesse persone avranno visto anche alcuni asini volare!

Passeggini: portateli da casa, altrimenti c'è un punto Chicco, la cosiddetta Welcome Area, che fornisce passeggini a noleggio gratuitamente.

Per la cena abbiamo scelto il ristorante argentino: prezzo abbordabile e servizio veloce. C'era una fila disumana ma in 10 minuti servono tutti. Fantastici argentini! :) 
Dopo cena ci siamo imbattuti casualmente in una spettacolo del gruppo di percussioni teatrali El Choque Urbano: ragazzi che suonano con materiali di recupero e ballano a ritmo di tango. Incredibili, non mi viene nessun altro aggettivo!

E se proprio volete risparmiare, portatevi un bel panino da casa...anche se un'esperienza culinaria in uno stato lontano come l'Iran (dove abbiamo pranzato il secondo giorno), direi che ne vale comunque la pena. Spesa totale di 30 euro per 2 piatti unici dove abbiamo mangiato in 3.

E il parcheggio? Gratuito esterno. Puntate il navigatore in Via Risorgimento a Rho o stradine laterali nella zona industriale, attraversate la strada e siete arrivati davanti all'entrata di Expo 2015.

Adesso un consiglio spassionato, anzi tre per affrontare Expo 2015: non prendete questo post come una guida ma come un consiglio di un'amica, godetevi la giornata senza correre (con un bimbo piccolo, si fa comunque quello che si può, il resto semplicemente non lo si fa) e donate almeno un euro nella teca del Nepal.

Buon Expo a Milano e divertitevi con i vostri bimbi...e poi perchè no, magari ditemi com'è andata!

Link Utili: 
http://www.expo2015.org/it/esplora/sito-espositivo/accoglienza-famiglie

Hai Instagram? se hai voglia, seguimi @stileincasa

PS. Aggiornamento del 10 Ottobre 2015: purtroppo sembra abbiano tolto la priorità ai passeggini, almeno duranti il week-end per troppa fila! :(


4 commenti:

  1. ...mi vuoi dire che saltiamo tutte le file?!
    Corro 😜 e grazie per le dritte di cui farò tesoro!!!

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono le tue dritte, le divulgherò.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..bene, divulga il verbo! :D ...scherzi a parte, grazie Concy Mar ;)

      Elimina